Sistema Fiscale Tedesco

Lavoro in Germania

Offerte di lavoro, documenti e permessi per vivere e lavorare in Germania

berlino francoforte monaco monaco centro francoforte centro amburgo amburgo centro

Sistema Fiscale Tedesco

Si tratta di uno dei sistemi fiscali più elaborati d'Europa, ma non per questo, uno dei più esosi. Anzi, le retribuzioni fino a 30000 euro, che sono le più comuni, hanno tassazioni molto più basse che in Italia

Come funziona e come è strutturato il sistema fiscale tedesco? Intanto cominciamo con il dire che questo sistema fiscale è strutturato su tre livelli che rispecchiano l'organizzazione statale della Germania, per cui vi sono tasse federali, tasse regionali e tasse comunali.
Vi è una notevole autonomia in questo senso tranne che per l'IVA, la cui aliquota è sottoposta ad una legge specifica. Per quanto riguarda il sistema fiscale nello specifico, cominciamo a vedere come funzionano le tasse sui redditi delle persone. In Germania è prevista un'esenzione per i redditi fino a 8000 euro. Oltre a questo vi sono alcune deduzioni come quelle legate ai premi assicurativi, donazioni, spese sostenute per la formazione professionale e alcune spese legate al mantenimento dei coniugi in caso di divorzio. Le detrazioni per i figli, che tanto incidono nella vita quotidiana dei contribuenti, prevedono una deduzione di oltre 2000 euro a figlio.

Il sistema fiscale per le aziende prevede che per le imprese residenti le tasse vadano pagate sui redditi prodotti ovunque, mentre per quelle non residenti la tassazione riguarda solo i redditi prodotti in Germania. Ovviamente l'imponibile è calcolato in base al bilancio e prevede comunque la possibilità di dedurre molte spese. Vi è inoltre una legge che consente, in parte, la detraibilità degli interessi passivi. Per le società è prevista anche la possibilità di utilizzare le perdite a copertura di eventuali profitti conseguiti negli anni a venire. Per quanto riguarda la tassazione sui dividendi essi sono esenti per una quota che arriva circa al 95% dell'importo. IL consiglio è comunque quello di rivolgersi ad un professionista perché il sistema fiscale tedesco è piuttosto complesso.

Per quanto riguarda l'IVA anche in Germania si applica su tutte le movimentazioni di merci e servizi. Esistono alcuni servizi, come quelli finanziari, che sono esenti da questa imposta; come i servizi sanitari. Gli ultimi dati parlano di un'aliquota del 19%. Il pagamento è mensile anche se i liberi professionisti che fatturano meno di 250000 euro all'anno possono avvalersi del diritto di pagarla solo quando sono stati effettivamente pagati.



(3) Commenti

silvestro
29 ottobre 2017, 10:33
ottimo! la mia domanda riguarda mio figlio che, residente a roma, deve dichiarare in italia i redditi prodotti in germania. in parte sono stati come dipendente (ha una sorta di cerfificazione unica) ed in parte come autonomo ed in modo più o meno continuativo con due ditte di pulizie. in questo caso le ricevute di pagamento possono sostituire la certificazione unica per la dichiarazione dei redditi in italia?
Daniela
06 aprile 2017, 16:04
Buongiorno, vorrei sapere se, ricevendo uno stipendio da una Università tedesca presso cui sto lavorando come dottorando, essendo residente in Italia dove possiedo anche una casa di abitazione, devo dichiarare il reddito in Italia, anche ai fini di eventuali detrazioni fiscali.
Grazie per l'interesamento
Salvatore
09 gennaio 2017, 16:48
Salve io cerco lavoro come macellaio dissosatore carni come posso fare

Scrivici se hai domande o commenti su questa pagina

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento