Sassonia

Lavoro in Germania

Offerte di lavoro, documenti e permessi per vivere e lavorare in Germania

berlino francoforte monaco monaco centro francoforte centro amburgo amburgo centro

Sassonia

Sicuramente una delle regioni più interessanti della Germania, un po' per la sua storia e molto per la incredibile e profonda ristrutturazione economica attraverso cui è passata dopo la riunificazione del paese

La Sassonia è uno dei lander tedeschi, non certo tra i più grandi ma tra i più importanti per numero di abitanti. Ha una lunga storia che giunge fino quasi ai nostri giorni: fu infatti rifondata solo poco prima che la Germania venisse riunificata. La capitale di questa regione è la meravigliosa Dresda.< br/> In epoca medievale la Sassonia denominava una regione un po' diversa dall'attuale, comprendendo quella che ora è la Bassa Sassonia e la Vestfalia. Queste zone furono quelle in cui sorse il primo Ducato di Sassonia che facebva parte del Sacro Romano Impero. La storia della Sassonia è tra le più ricche e complesse dell'intera Germania e continua tra accorpamenti e divisioni che portarono ad un secondo Stato Sassone sotto la dinastia dei Wettin.

Poi cominciarono anche periodi non facilissimi per la Sassonia, soprattutto con il Congresso di Vienna che vide alcuni suoi territori passare sotto il dominio prussiano. Ciò che restò dei sui territori entrò, in seguito, a far parte della Repubblica di Weimer. La regione venne addirittura politicamente cancellata nel 1952 per essere ricostituita solo dopo la riunificazione tedesca.

La Sassonia è anche una meta turistica apprezzatissima per i suoi tesori artistici e per una rete di struttre recettive a dir poco eccellenti. La regione è anche particolarmente apprezzata per gli amanti del vino che qui sono di notevole qualità. Oltre a tutto ciò non si può dimenticare il fatto che qui si trovano alcune delle più belle città tedesche come la sorprendente Dresda, e la meravigliosa Lipsia soprannominata addirittura la piccola Parigi.

Ma la Sassonia è anche una regione che ha visto mutare tantissimo la sua economia dopo la riunificazione; è stata, infatti, una delle regioni su cui lo stato tedesco ha maggiormente investito. E, piano piano, ha acquisito anche un sempre maggiore interesse per molte imprese, anche estere, per alcuni fattori come infrastrutture particolarmente sviluppate, un settore della ricerca all'avanguardia e una burocrazia particolarmente snella. Proprio per questi motivi vi sono stati alcuni settori che sono cresciuti particolarmente in questa regione, come i servizi ma soprattutto la biotecnologia e l'IT. La biotecnologia, in particolare, è quella che ha fatto registrare i più sorprendenti indici di sviluppo, in modo marcato nella biotecnologia vegetale.

Un altro settore, da sempre, cavallo di battaglia dell'economia della Sassonia è quello dell'industria meccanica, rappresentato principalmente da imprese di medie dimensioni che fanno del servizio al cliente il loro punto di forza. Tra le produzioni più vivaci quelle di macchinari agricoli, macchine utensili, strumentazione di alta precisione e, da qualche anno, componenti per energia eolica. E quello delle energie rinnovabili, con tutto l'indotto lavorativo che portano con sé, è un capitolo decisamente importante per l'economia della Sassonia: la regione infatti utilizza queste energie per produrre un'alta percentuale della sua energia complessiva. Oltre a ciò la Sassonia è diventata il leader nella produzione di carburanti così detti biogeni come il biodiesel e il biometanolo.



Scrivici se hai domande o commenti su questa pagina

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento