Industria del turismo

Lavoro in Germania

Offerte di lavoro, documenti e permessi per vivere e lavorare in Germania

berlino francoforte monaco monaco centro francoforte centro amburgo amburgo centro

Industria del turismo

Sempre più lusinghieri i dati dell'industria del turismo tedesca: città ricche di storia e di offerte culturali, bellezze naturali e, su tutto, una struttura ricettiva tra le migliori al mondo. Ecco i motivi di un successo che, dal 2010, cresce costantemente

Da due anni circa l'industria del turismo tedesca sta facendo registrare numeri assolutamente sorprendenti e che dovrebbero far pensare, soprattutto quei paesi che hanno sempre fatto del turismo una delle industrie portanti della loro economia. Ma vediamo che cosa ha saputo fare tra il 2010 e oggi l'industria del turismo tedesca. Secondo dati ufficiali del DZT, l'ente turistico tedesco, la Germania nel 2010 ha superato la soglia dei 60 milioni di pernottamenti di provenienza estera. Questi pernottamenti comprendono sia i viaggi di lavoro sia quelli di piacere: in ogni caso due anni fa, la Germania è diventata la seconda meta turistica per gli europei, superando mostri sacri come Spagna e Francia.

E interessantissima è anche la composizione dei viaggiatori extra europei che vedono in testa i brasiliani, la cui presenza ha fatto registrare un incremento del 42%. Al secondo e terzo posto troviamo i sempre più ricchi e mobili cinesi seguiti dai turisti e dagli uomini d'affari provenienti dal Golfo d'Arabia. Tra le città più gettonate la sempre più visitata Berlino, poi Amburgo e Monaco. E due anni fa comincia l'interesse per le regioni che si affacciano sul Mar Baltico.

L'industria del turismo tedesca sta beneficiando di molti investimenti che sono stati fatti e che si continuano a fare e di una politica dei prezzi che diviene sempre più concorrenziale. E, su tutti, il vero unto di forza di questa industria è la sua qualità, mediamente sempre molto alta. C'è grande ottimismo nel paese al punto che il DZT si è posto un obiettivo molto ambizioso: superare di oltre il 20% quanto raggiunto nel 2010.

E il risultato potrebbe non essere così esagerato se sono veri i dati di uno studio realizzato da Masterkreis che riunisce circa 40 industrie della Germania, e specializzate nella produzioni di articoli di lusso: bene, il turismo legato a questo tipo di commercio (che non conosce crisi) ha fatto balzare la Germania addirittura al primo posto. Certo un turismo non proprio alla portata di tutti ma che genera business e movimenta soldi, creando lavoro. Nel corso del 2012 questi danarosi turisti del lusso hanno fatto entrare nelle casse tedesche cifre superiori al 50% rispetto allo scorso anno. E anche in questo genere di turismo ai primi posti troviamo cinesi, russi e cittadini degli Emirati Arabi.



Scrivici se hai domande o commenti su questa pagina

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento